Centro operativo Gondrand

Pioltello (MI) – 1968

Architettura: Aldo Favini
Strutture: Aldo Favini
Impresa: Bonomi & Vecchi S.p.A.
Committente: F.lli Gondrand S.p.A.

«… Il nuovo complesso dei F.lli Gondrand sorge su una vastissima area alla periferia di Milano, e il solo magazzino principale, della lunghezza interna di 188,80 m e di 92,50 m di larghezza con sbalzi su tre lati, copre una superficie di circa 21.000 m2…».

LB 1969.

Schema statico
Volta di copertura formata da archi a due cerniere.

«… La copertura del capannone è costituita da una serie di archi ad asse parabolico con le seguenti caratteristiche geometriche: interasse 7,20 m; luce teorica 43,20 m; freccia 11,50 m. Staticamente la struttura è un arco a tre cerniere durante le operazioni e i carichi di montaggio, per divenire, in seguito al blocco della sezione di chiave, un arco a due cerniere alle imposte. La scelta statica dell’arco a due cerniere è stata suggerita essenzialmente dalla qualità del terreno di fondazione, per ridurre gli effetti delle variazioni termiche e quelli dovuti all’instabilità statica dell’arco. L’arco è a momento di inerzia variabile, ha sezione a doppio T con un’anima di 10 cm e un’altezza variabile da 80 cm in chiave a 94 cm all’imposta, larghezza delle ali 45 cm…».

LB 1969.

Pubblicazioni
• Laura Biraghi, Il nuovo centro operativo F.lli Gondrand a Pioltello, in “L’industria italiana del cemento”, n. 8, 1969.

  • Anno
    1968
  • Architetto
    Aldo Favini